La Domada: da un’idea di Shakespeare, uno spettacolo sulla violenza di genere

La Domada: spettacolo di teatro-danza che reinterpreta la famosa “bisbetica domata” di Shakespeare. Un progetto, frutto della collaborazione tra la Compagnia della Quarta di Bologna e Danza 180° di Fernando Lazàro di Madrid.

Al centro della storia un matrimonio, una storia d’amore, un rapporto che si trasforma in un castigo. I riflettori si accendono con i quattro ballerini in scena. Una coppia avanza sorridente, mano nella mano, verso il pubblico, felice, seguita dagli altri due. Subito inizia la danza di un legame che non è solo spirituale, ma che è soprattutto fisico e concreto. Dei lacci annodano mani e piedi, l’uno dell’altra. I protagonisti si liberano dei lacci fisici ma non della passione, prima, e del tormento poi.  Al loro fianco gli altri due ballerini fanno da ombre o da specchi, a volte dirigono i loro passi, a volte sostengono le loro decisioni, a volte istigano le loro emozioni, a volte duettano o tra loro o coi protagonisti, danzando il dissidio interiore. Stare insieme diventa difficile, la donna è sempre più irascibile e insoddisfatta, l’uomo aggressivo e impositivo. Corpi si travolgono, si amano, si odiano, si offendono, si scusano, si allontanano, si avvicinano, parlano/danzano con gli altri sé, respingono e accolgono emozioni, umori, lei si avviluppa in un’amarezza che sembra non avere fine… Continua a leggere