Trekking: escursionismo mon amour

Come iniziare un nuovo anno in Sicilia, sotto i migliori auspici e con le migliori stelle.

“Prendere e partire” è la cosa che mi è sempre riuscita meglio. Più impegno invece mi ha richiesto imparare a fare lo zaino o le valigie. Discernere tra necessario, importante e superfluo. Non dimenticare mai l’insostituibile.

Quest’anno ho avuto l’opportunità di fare qualcosa che mi ha appassionato molto da bambina e da adolescente, ma che ho poi tralasciato nel corso degli ultimi anni: l’escursionismo. Un regalo che mi sono fatta per i miei trent’anni e che completa tutti quelli che ho ricevuto nei giorni scorsi, sia affettivi che materiali. Il pomeriggio del 2 Gennaio siamo partiti dal piccolo rifugio in cima alla collina del Parco della Diga Comunelli di Butera, percorrendo il sentiero al tramonto e per un bel po’ anche sotto le stelle. Abbiamo dormito al rifugio, senza perdere l’occasione di accendere un bel fuoco di bivacco, odoroso di resina di pino. Il giorno dopo abbiamo scoperto l’area naturale e i suoi panorami incredibili girando attorno alla collina e concludendo l’uscita con l’osservazione dell’avifauna che popola questa importantissima zona della Sicilia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Io vi posso dire che il Parco Comunelli ha tanti tesori da mostrare, compresa una necropoli, che ci sono sentieri facilmente percorribili e aree attrezzate ben tenute dove si può passare anche solo una bella domenica, che è possibile osservare tanti tipi di piante, riscoprire piccoli pezzi di macchia mediterranea e attraversare diversi tipi di bosco, testimonianza delle tecniche di rimboschimento che si sono succedute nel tempo. Vi posso dire che a volte dietro l’alto trifoglio e i muretti di palme nane e i rami di pini o cipressi che quasi toccano terra, ti sembra di aver trovato il tuo piccolo paradiso terrestre. Vi posso dire che dall’alto della torretta di osservazione della Forestale si vede tutta la Piana di Gela, da Licata a Vittoria, che l’orizzonte si posa sui Monti Erei e i Monti Iblei, passando per l’altopiano di Niscemi. Io vi posso dire che fare escursionismo è una buona abitudine, che stare attorno al fuoco e sotto le stelle dà pace, che alzare lo sguardo per cercare la tua costellazione preferita o la tua stella riaccende l’anima e ti ricollega al mondo, che è semplicemente questo: un luogo meraviglioso.

Per tutto il resto, per esempio per i nomi e i dettagli delle specie animali presenti, delle piante e delle orchidee, sulla storia e le sfide dell’ambiente naturale e artificiale dell’area, sui chilometri percorsi e sui sentieri, per vivere anche voi queste esperienze… chiedete a Manuel Zafarana e a Davide Pepi, alla splendida Associazione Lipu-Niscemi, seguite il gruppo Nasciam Trekking.

18 comments

  1. Mi sarebbe piaciuto avere una comitiva di amici con cui fare queste esperienze! Deve essere bello. Certo,magari, dormire all’aperto con queste temperarure e questa neve anche no però camminare e farlo nella natura deve essere sicuramente bello!

    Liked by 2 people

      • Fossi ragazzo lo farei ma soprattutto se avessi qualcuno con cui farlo che, non è che uno prende e parte da solo e si avventura da qualche parte senza nemmeno averlo mai fatto prima!Roba che nel falò ci finisco con tutto il sacco a pelo!:-D

        Mi piace

      • Sì e no.
        Non ti conosco e non so nemmeno se sei maschio o femmina.
        Io qualcosa di simile l’ho fatto, più volte e in varie modalità e ti posso dire che in compagnìa è decisamente più…….come dire…”spensierato”, mentre da soli assale un’ansia che io non avrei mai preventivato (per me stesso) prima di essermici trovato lì realmente.
        In ogni caso, se uno vuole fare la “pazzia” la fa e punto. E succeda quel che succedere (molto probabilmente niente).
        Fondamentale in questo ultimo caso è l’essere liberi da legami famigliari (per questo io ho potuto solo un paio di volte, in modalità solitaria).

        Se ti sembra roba troppo da fuori di testa, dai un’occhiata a forum tipo avventurosamente.it e vedrai che invece c’è molta gente così.

        Mi piace

      • Sicuramente c’è chi da solo riesce a fare questo ed altro però credo che siano persone comunque preparate prima che fuori di testa! Comunque sono un uomo in vista del mezzo secolo e ripeto…certe cose le avrei fatte se avessi avuto una guida, degli amici ma da solo non l’avrei trovato interessante per come sono fatto io. Poi magari uno si chiama Messner e piglia e parte per il Polo Nord in solitaria ma non credo che tutti siano fatti di quella pasta!IO di sicuro no!

        Liked by 1 persona

      • Ci sono tante vie di mezzo tra scalare le vette delle montagne e fare una passeggiata impegnativa ma adatta a tutti dormendo in tenda o in un rifugio. Si può fare a tutte le età, ovviamente con le precauzioni più adeguate all’avventura. 🙂

        Mi piace

      • Nooo… ma che Messner!
        Parlo di cose dove la difficoltà è solo psicologica.
        Non so dove abiti tu, ma per esempio le montagne in Lombardia sono piene di “costruzioni rustiche aperte all’escursionista”, qui da noi chiamati bivacchi (perchè i “rifugi” sono gli spartani alberghi di montagna).
        Queste costruzioni sono spesso facilmente raggiungibili con un paio d’ore di auto da Milano e 1 o 2 ore di camminata su facile sentiero senza pericoli.
        Serve solo l’allenamento fisico per farsi quelche centinaio di metri di dislivello con uno zainone in spalla e il coraggio per passare la notte in un posto isolato a 2 ore di cammino dal primo essere umano.
        Il racconto di una mie esperienza in una di queste spartane strutture libere è qui:
        https://sognatorefallito.wordpress.com/2015/07/27/un-altro-sogno-trasformato-in-ricordo/

        Liked by 1 persona

      • Bel racconto!Però…non eri solo e…avevi pure un coltello il che come si evince dal racconto sta a significare che poi tanto tranquillo non sei stato!Io faccio tutti i giorni 10 km di camminata veloce (a volte una metà la faccio correndo) e il tratto iniziale è di 4 km tutti in salita per 180 metri di dislivello quindi so che la parte fisica non sarebbe un problema!Anche perchè ora sono a peso forma e per anni mi son portato su 25 kg in più quindi non avrei problemi a portarmi nemmeno uno zaino! Il mio è solo un discorso di compagnia.Vorrei fare qualcosa del genere ma non da solo.Vediamo questa estate se convinco qualcuno!

        Mi piace

  2. Hello Tracy and Milo – a great, helpful post. And well done, Tracy, on your new puislihbng deal! Yey hey!!! ps I have just fueleld up on slow burning food, though not ready to quit aclohol for a year ;o)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...